Alt influenza: le 10 regole d’oro

Nel 2018 ricorre il 100esimo anniversario delle più grave catastrofe di sanità pubblica della storia moderna, la pandemia influenzale del 1918 conosciuta con il nome di “la Spagnola”. Questa influenza colpì 1/3 della popolazione mondiale (500 mln) e causò la morte di più di 50 mln di persone.
Ancora oggi, l’influenza rappresenta un problema di sanità pubblica sia dal punto di vista epidemiologico, che da quello clinico ed economico. Vaccinarsi è sicuramente il modo migliore per prevenire e combattere l’influenza; la vaccinazione è fortemente raccomandata alle persone di età ≥65 anni e a coloro che sono in stretto contatto con anziani, a tutte le persone con patologie croniche, alle donne al 2° e 3° trimestre di gravidanza e al personale sanitario.

Esistono tuttavia delle semplici regole che, se seguite, possono aiutare a contenere il propagarsi dei virus influenzali:
1. Evitare contatti ravvicinati con persone che sono malate.
2. Lavare spesso le mani.
3. Resta a casa quando si è malati.
4. Evitare di toccare occhi, naso o bocca.
5. Coprire bocca e naso quando si tossisce o starnutisce.
6. Pulire e disinfettare le superfici toccate frequentemente a casa, al lavoro o a scuola, soprattutto quando qualcuno è malato.
7. Dormire molto.
8. Fare attività fisica.
9. Bere molto.
10. Mangiare cibo sano e nutriente.

Fonti

World Health Organization

Epicentro

Centers for Disease Control and Prevention

Newsletter

Ho letto l'informativa