5 materiali alternativi alla plastica

Il nostro pianeta si trova nel bel mezzo di un’epidemia di plastica. Questo materiale si trova praticamente ovunque: negli utensili per la casa, negli imballaggi dei prodotti di consumo, ma anche nelle automobili e negli aerei, nei capi di abbigliamento in poliestere e nylon o persino negli adesivi per sigillare le bustine di tè. Ogni anno il mondo ne produce circa 340 milioni di tonnellate, abbastanza per riempire tutti i grattacieli di New York. I ricercatori stimano che, dagli anni ’50 ad oggi, circa 5 miliardi di tonnellate di plastica siano state riversate nell’ambiente, gettate in discarica o bruciate illegalmente.

La causa principale di questo problema è da ricercare nell’utilizzo e nella gestione impropria di questo materiale, sfruttato per realizzare prodotti monouso che da decenni hanno preso il posto di quelli fatti di materiali tradizionali perfettamente validi e totalmente riciclabili, come l’alluminio e il vetro.
Gli scienziati stanno lavorando su molteplici fronti per ottenere polimeri naturali e materiali organici alternativi alla plastica, per ridurne o eliminarne l’impiego.

Ecco una carrellata di quelli più interessanti in questa area di ricerca.

1. E6PR™ Eco Six Pack ring. È Il primo anello ecologico per imballare le confezioni di birra. È realizzato con i prodotti di scarto della lavorazione della birra, come orzo e grano, ed è totalmente compostabile, oltre che commestibile: può essere utilizzato come snack dall’uomo o come cibo per pesci.

2. Treeplast®. Costituito da trucioli di legno, mais e resine naturali, il Treeplast è un materiale totalmente naturale e biodegradabile che può essere riciclato all’infinito. Il vantaggio principale del Treeplast è dato dal fatto che può essere lavorato con i tradizionali macchinari di lavorazione della plastica, evitando così la necessità di acquistare nuove attrezzature.

3. MycoWorks®. Materiale naturale derivato da funghi e fibre vegetali, biodegradabile e infinitamente rinnovabile. La tecnologia sviluppata da MycoWorks® permette di ottenere un materiale solido, flessibile e resistente all’acqua, simile alle pelli naturali.

4. Sorbos®. La prima cannuccia commestibile, aromatizzata e rispettosa dell’ambiente. È realizzata con zucchero, amido di mais ed acqua. Ha solo 23 calorie ed è totalmente biodegradabile.

5. Piñatex®. È una stoffa naturale, derivata da fibre di foglie di ananas. Il Piñatex è un prodotto totalmente sostenibile, oltre che un’alternativa eco-friendly alle ecopelli, spesso ottenute da derivati del petrolio. La sua produzione, inoltre, ha anche un favorevole impatto socioeconomico: consente ai coltivatori filippini di utilizzate appieno anche gli scarti della raccolta di ananas, permettendo loro di ottenere un reddito supplementare.

Ananas.com

Cordis

Internazionale.it

Mycoworks.com

Sorbos Italia

Treeplast

Newsletter

Ho letto l'informativa

Al 100% insieme con #HavasFromHome
Al 100% insieme per sostenere la Federazione Italiana Medici di Famiglia