Frutta e verdura in inverno

Frutta e verdura di stagione: inverno

È inverno e, quando le giornate si accorciano e inizia a far freddo, diventa più facile cedere alla tentazione di cibi ipercalorici e allo stesso tempo poco salutari.

Tuttavia, bisogna tenere bene in mente che, per mantenere una dieta sana, dovremmo includere almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, persino in inverno. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, insieme all’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura, raccomandano, infatti, un minimo di 400 grammi di frutta e verdura per prevenire malattie croniche come le patologie cardiache, il cancro, il diabete e l’obesità.

 

Nonostante la varietà di frutta e verdura sia meno ampia in inverno, non è detto che in questa stagione non si possano gustare prodotti squisiti come nel resto dell’anno. Mangiare i frutti di stagione significa anche poter usufruire al massimo delle loro caratteristiche qualitative, grazie ai bassi costi energetici delle coltivazioni locali, che permettono di evitare i lunghi trasporti provenienti da Paesi lontani.

 

Ecco un elenco di alcuni prodotti della terra tipici della stagione invernale, dalle molteplici proprietà, utili al nostro organismo per affrontare al meglio i mesi più freddi.

 

La frutta in inverno

 

 ARANCIA

Può essere mangiata durante tutto l’anno, ma d’inverno o in primavera è al massimo delle sue potenzialità. L’arancia, poi, deve essere colta proprio al momento giusto perché matura solo sulla pianta. Originaria della Cina e del Giappone, cresce rigogliosa nel nostro Paese, specialmente al sud. A spicchi in una macedonia o spremuta in un succo corroborante, candita nel panettone o spalmata su una fetta di pane come marmellata, l’arancia si presta a numerose ricette.

 

MANDARINO E CLEMENTINA

Si trovano solo nel periodo invernale e primaverile, perché maturano solo sulla pianta. Venduti quasi quanto le arance, mandarino e clementina sono intensamente profumati, succosi e dal sapore dolce. Ricchi di vitamina C, contribuiscono a proteggere l’organismo rafforzando le difese immunitarie.

 

KIWI

Viene raccolto a fine ottobre e matura nelle cassette fra dicembre e gennaio. Ricco di vitamina C, potassio e fibre, il kiwi è fondamentale per difendere l’organismo dalle agenti esterni e dai radicali liberi. Nonostante sia un frutto originario della Cina, l’Italia ne risulta il maggior produttore.

 

LIMONE

Si può trovare sui banchi dei supermercati tutto l’anno, perché a differenza degli altri agrumi, può continuare a maturare anche una volta colto dall’albero.

È diffuso in tutto il mondo, principalmente nei luoghi dal clima temperato e umido, come le regioni meridionali e le zone sul lago di Garda.

Il suo sapore aspro è dovuto alla grande quantità di acido citrico.

 

MELA

La stagione migliore per le mele parte in autunno e termina in primavera. È una delle quattro specie frutticole più diffuse al mondo, insieme a vite, olivo e agrumi. Più o meno dolce, acida o profumata, la mela presenta numerose varietà, che si prestano a molti modi di consumazione: fresca, cotta nelle torte, secca o in succo.

 

PERA

La pera si può trovare tutto l’anno, perché in grado di essere conservata a lungo lontana dall’albero. Come tanti altri frutti, è ottima da mangiare come spuntino perché contiene poche calorie. Inoltre, è ricca in vitamine, fibre e soprattutto potassio. Fresca, cotta o sciroppata, con cannella e zucchero, la pera è uno dei frutti più amati dai bambini.

 

POMPELMO

Appartenente alla famiglia degli agrumi, il pompelmo è ricco di fibre, vitamine A B e C e flavonoidi, potenti antiossidanti. Consumato a spicchi o sottoforma di spremuta il pompelmo è noto per le sue capacità di stimolare la digestione, motivo per il quale ne è consigliato il consumo a fine pasto.

 

La verdura e gli ortaggi in inverno

 

CAROTA

La carota mantiene le sue proprietà nutritive se conservata correttamente in frigorifero.

È la fonte più importante di vitamina A, ha poche calorie e ottima come spuntino tra un pasto e l’altro. Dolce e croccante, la carota può essere consumata in molti modi: cruda, intera o grattugiata, cotta e condita con olio e limone, oppure insieme ad altre verdure nella zuppa.

 

CAVOLO

È il tipico ortaggio invernale, ricco di vitamine (C e K) e di minerali. Ci sono molte varietà di cavolo, diverse per aspetto e sapore, come ad esempio: il cavolfiore, i broccoletti, il cavolo broccolo, il cavolo bianco, il cavolo cappuccio e il cavolo verza. Tutti questi, in fase di cottura emanano un cattivo odore per via dei composti a base di zolfo di cui sono costituiti.

 

FINOCCHIO

È una verdura tipicamente invernale, che può essere assaporata dall’autunno fino alla primavera. Dall’aroma caratteristico, simile all’anice, tenero e croccante, il finocchio può essere mangiato tagliato sottile in insalata o a spicchi come spuntino. Grazie alle sue proprietà digestive e diuretiche, è utilizzato anche per la preparazione di ottime tisane.

 

ZUCCA

Alimento principale della dieta degli indiani del centro America in epoca precolombiana, è arrivata in Italia insieme a patate e pomodori nel XV secolo. È molto ricca di caroteni, fibre, vitamina A e minerali, come ferro, potassio e calcio, mentre è povera di calorie. Vera e propria miniera di vitamina A (betacarotene) contiene anche importanti minerali.

 

 

 

Referenze:

WHO, Promoting fruit and vegetable consumption around the world [online]. Disponibile su: https://www.who.int/dietphysicalactivity/fruit/en/ (ultimo accesso settembre 2019).

 

NHS, Five ways to stay healthy this winter [online]. Disponibile su:  https://www.nhs.uk/live-well/healthy-body/five-ways-to-stay-healthy-this-winter/ (ultimo accesso novembre 2019).

 

Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Frutta e Verdura dalla a alla z [online]. Disponibile su: http://www.fruttanellescuole.gov.it/alunni/frutta-e-verdura-dalla-a-alla-z (ultimo accesso settembre 2019).

 

Ministero delle politiche Agricole alimentari e forestali e del turismo, Ortaggi. Disponibile su: https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/4675 (ultimo accesso settembre 2019).

 

Ministero delle politiche Agricole alimentari e forestali e del turismo, Frutta. Disponibile su: https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/4675 (ultimo accesso settembre 2019).

 

Se la mangi, ti frutta. Programma: Frutta nelle scuole. © 2010 Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Disponibile su: https://www.politicheagricole.it/flex/files/0/0/a/D.028cb28077a709b68a2e/booklet.pdf (ultimo accesso settembre 2019).

Newsletter

Ho letto l'informativa
VAI