Un mondo di prodices

Penso che la più grande innovazione del XXI secolo sia l’incontro tra biologia e tecnologia. Una nuova era sta per iniziare…”.

Steve Jobs

 

Pensa a qualche anno fa.

Chi avrebbe scommesso che un giorno Google, Apple, Amazon o Microsoft sarebbero entrati nel mondo healthcare?

Ce lo racconta Susan Josi, Managing Partner in Havas Life Sorento, che da 35 anni indaga sulle prospettive del mondo healthcare e wellness.

Pensa a oggi e a domani.

Cambia il ruolo del paziente.

Non si parla di una persona che soffre di una malattia ma di un consumatore a cui offrire soluzioni e alternative sempre più strutturate e vicine alle sue esigenze.

Le aziende pharma dovrebbero partire da qui per definire nuovi modelli di innovazione.

 

Benvenuto al modello “Prodice”

Prodice è un termine che nasce dalla crasi tra product, prodotto e service, servizi che è stato formulato dal farmacista e autore Jordi Bernal Fiego. Prodice è ciò che unisce la potenzialità di un servizio a quella di un prodotto: l’obiettivo è offrire al consumatore una soluzione più concreta.

Quando scegliamo il brand di una tv o di un frigorifero, scegliamo, consapevolmente, anche il “suo” servizio.

Nel mondo healthcare avviene lo stesso.

Si definisce un patient journey preciso e puntuale per poter sfruttare al meglio tutti i touchpoint del percorso terapeutico.

In questo modo si affronta in modo più completo il need del paziente, con l’obiettivo di aiutarli nella gestione del percorso che stanno affrontando.

Da qui nasce l’esigenza di collaborare con realtà di mondi diversi, dall’entertainment alla musica fino ai videogames.

 

Un esempio?

Il progetto Parkinsounds ne è la dimostrazione.

Parliamo di un’app, nata dalla collaborazione tra Havas Life São Paulo, Universal Music Group e Spotify, che offre una nuova possibilità alle persone con il Parkinson.

La sfida vinta è stata trovare una soluzione reale per la vita quotidiana dei pazienti che fosse, però, anche divertente e facile da usare.

A partire dalla musica, dal ritmo e dalle note tutti possono migliorare la propria condizione motoria durante il cammino.

 

Leggi e scarica qui l’articolo completo

 

 

 

 

 

Newsletter

Ho letto l'informativa

Al 100% insieme con #HavasFromHome
Al 100% insieme per sostenere la Federazione Italiana Medici di Famiglia